contenuto nascosto per l'accessibilita'
Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
HomeCertificati BianchiModalità di realizzazione dei progetti

Modalità di realizzazione dei progetti

progetti, Linee Guida EEN 09/11, schede tecniche, grandi progetti

 

 
Le Linee Guida EEN 09/11

Linee Guida EEN 09/11

Le Linee Guida EEN 09/11 dell’Autorità per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico sono lo strumento da applicare per la preparazione, l’esecuzione e la valutazione di progetti per accedere al meccanismo dei certificati bianchi.

Il decreto 28 dicembre 2012 stabilisce che le Linee Guida continueranno ad applicarsi esclusivamente nelle parti non incompatibili con il decreto stesso e fino all’adozione delle nuove Linee Guida da parte del Ministero dello Sviluppo economico e del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. 

Per ulteriori informazioni sull'applicazione delle Linee guida è possibile consultare i chiarimenti dell'AEEGSI.

Categorie di intervento elencate nelle Linee Guida EEN 09/11

Categoria di intervento INDUSTRIALE:
1. Processi industriali settore termico (IND-T):  generazione o recupero di calore per raffreddamento, essiccazione, cottura, fusione, ect.
2. Processi industriali settore generazione energia elettrica (IND-GEN): generazione di energia elettrica da recuperi o da fonti rinnovabili o cogenerazione
3. Processi industriali settore azionamenti elettrici (IND-E) :  sistemi di azionamento efficienti (motori, inverter, ect.), automazione ed interventi di rifasamento
4. Processi  industriali di altra tipologia (IND-FF) : ottimizzazione energetica dei processi produttivi e dei layout  d’impianto finalizzati a conseguire una diminuzione dei fabbisogni energetici finali
 

Categoria di intervento CIVILE:
1. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito termico (CIV-T): generazione di calore/freddo per climatizzazione e produzione di acqua calda
2. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito elettrico (CIV-GEN) : piccoli sistemi di generazione elettrica e cogenerazione
3. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito edilizio (CIV-FI) :  interventi sull’involucro edilizio finalizzati alla riduzione dei fabbisogni di illuminazione artificiale
4. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito edilizio (CIV-FC) : interventi di edilizia passiva ed interventi sull’involucro edilizio finalizzati alla riduzione dei fabbisogni di climatizzazione invernale ed estiva
5. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito elettronico (CIV-ICT): elettronica di consumo (attrezzature ICT di largo consumo ad alta efficienza)
6. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito elettrodomestici (CIV-ELET): elettrodomestici per il lavaggio e per la conservazione di cibi
7. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito sanitario (CIV-FA) : riduzione dei fabbisogni di acqua calda
8. Settori residenziale, agricolo e terziario in ambito informatico (CIV-INF):  riduzione dei fabbisogni di energia con e per applicazioni ICT
 

Categoria di intervento ILLUMINAZIONE:
1. Illuminazione pubblica, nuove realizzazioni (IPUB-NEW): nuovi impianti efficienti o rifacimento completo degli esistenti
2. Illuminazione pubblica, nuove realizzazioni (IPUB-RET):  applicazione di dispositivi per l’efficientamento di impianti esistenti (retrofit)
3. Illuminazione privata, nuove realizzazioni (IPRIV-NEW): nuovi impianti efficienti o riprogettazione completa di impianti esistenti
4. Illuminazione privata, nuove realizzazioni (IPRIV-RET):   applicazione di dispositivi per l’efficientamento di impianti esistenti (retrofit)

Categoria di intervento  TRASPORTI:
1. Sistemi di trasporti IPUB-NEW): efficientamento energetico di veicoli
 
 
Categoria di intervento  RETI:
1. Reti elettriche e del gas naturale (RETI):  efficientamento delle reti elettriche e del gas naturale

 

Schede tecniche per la quantificazione dei risparmi

Per la quantificazione dei risparmi di energia primaria sono disponibili le schede tecniche applicabili per presentare richieste di verifica e certificazione analitiche (RVC-A) e standardizzate (RVC-S).

Il Decreto approva anche 18 nuove schede tecniche, predisposte da ENEA, e prevede la possibilità che ENEA e RSE, su richiesta del GSE, predispongano ulteriori schede tecniche per la misurazione, la verifica e la quantificazione dei risparmi energetici per interventi nei settori dell’informatica e delle telecomunicazioni, del recupero termico, del solare termico a concentrazione,dei sistemi di depurazione delle acque e della distribuzione dell’energia elettrica.

Questa pagina è stata aggiornata il 14/09/2015