contenuto nascosto per l'accessibilita'
Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
HomeConto EnergiaFotovoltaicoQuinto ContoImpianti a Registro

Impianti a Registro

Registro Quinto Conto, Bando 1°Registro, Regole Applicative V Conto, Graduatoria impianti V Conto

Ambito di applicazione

Per gli impianti che non ricadono tra quelli che accedono direttamente alle tariffe incentivanti (definiti dall'art. 3, comma 1 del DM 5 luglio 2012), l'accesso agli incentivi è subordinato, oltre che al rispetto di tutti i requisiti e delle condizioni indicate dal  DM 5 luglio 2012, alla preventiva richiesta di iscrizione, esclusivamente per via telematica, ad apposito Registro informatico tenuto dal GSE, e all'ammissione in graduatoria entro i seguenti limiti di costo:

  • 1° Registro: 140 milioni di euro;
  • 2° Registro: 120 milioni di euro;
  • Registri successivi: 80 milioni di euro.
Le risorse disponibili, fatto salvo il raggiungimento del limite di costo indicativo cumulato annuo di 6,7 miliardi di euro, da assegnare per ciascun Registro, possono essere incrementate e/o ridotte secondo quanto previsto dall’art.3, comma 3 del DM 5 luglio 2012.
 
 
Il bando relativo al 1°Registro è pubblicato dal GSE entro 20 giorni dalla data di pubblicazione delle Regole Applicative per l’iscrizione ai Registri e per il riconoscimento delle tariffe incentivanti e prevede che le domande di iscrizione al Registro siano presentate entro e non oltre i successivi 30 giorni, naturali e consecutivi, dalla data di pubblicazione del bando.
 
 
Per i Registri successivi, i bandi sono pubblicati dal GSE ogni sei mesi, a partire dalla data di chiusura del periodo di iscrizione al 1°Registro, e prevedono la presentazione delle domande di iscrizione nei successivi 60 giorni.
 
 
 
Soggetti che possono richiedere l’iscrizione
Possono richiedere l’iscrizione al Registro le persone fisiche, le persone giuridiche, i soggetti pubblici e i condomini di unità immobiliari ovvero di edifici, che siano titolari del titolo autorizzativo/abilitativo per la costruzione e l’esercizio dell’impianto, anche a seguito di voltura.
Nel rispetto dei requisiti sopra indicati, possono richiedere l’iscrizione al Registro anche i Soggetti Responsabili degli impianti ammessi in graduatoria con il DM 5 maggio 2011 (Quarto Conto energia):
  • decaduti per il mancato invio della certificazione di fine lavori entro il termine di 7 mesi dalla data di pubblicazione della relativa graduatoria (9 mesi per gli impianti di potenza superiore a 1 MW);
  • che abbiano comunicato al GSE di rinunciare al diritto derivante dall’ammissione in graduatoria.
I Soggetti Responsabili degli impianti fotovoltaici a concentrazione con fattore di concentrazione compreso tra 2 e 3 “soli”, che siano persone giuridiche o soggetti pubblici, devono presentare richiesta d’iscrizione al Registro per l’accesso agli incentivi. 
 
 
 
Modalità di iscrizione ai Registri
La richiesta di iscrizione al Registro dovrà essere inviata al GSE dal Soggetto Responsabile dell’impianto, esclusivamente per via telematica, accedendo all’Area Clienti e utilizzando l’applicazione web FTV – SR.
 
Prima di effettuare la richiesta di iscrizione al Registro il Soggetto Responsabile dovrà registrarsi sul portale informatico del GSE, secondo le modalità riportate nello specifico manuale d’uso, che consente l’accesso a tutte le applicazioni web (la registrazione va effettuata solo dai soggetti che non si sono mai registrati).

Utilizzando le credenziali ottenute alla fine del percorso di registrazione l’utente potrà accedere all’Area Clienti, dalla quale dovrà abilitare l’applicazione web FTV – SR e, successivamente, richiedere l’iscrizione al Registro selezionando il riquadro “Accedi al 5°Conto Energia”.
 
 
L’invio delle richieste di iscrizione potrà avvenire soltanto nel periodo di apertura del Registro, individuato dal relativo bando, nel rispetto dei tempi indicati nella Tabella 1.
Nella Guida all’applicazione web per l’iscrizione al Registro è descritta la procedura telematica da seguire per l’invio delle richieste di iscrizione.
 
Pubblicazione del bando Periodo di apertura del registro Pubblicazione della Graduatoria
1° Registro
Entro 20 giorni dalla data di
pubblicazione delle Regole applicative
30 giorni
Entro 20 giorni dalla data di chiusura del Registro
Registri successivi
Cadenza semestrale a decorrere dalla data di chiusura del primo Registro
60 giorni
Entro 20 giorni dalla data di chiusura del Registro
Tabella 1
 
Qualora l’impianto sia entrato in esercizio prima della presentazione della richiesta di iscrizione al Registro, il Soggetto Responsabile comunica la data di entrata in esercizio dell’impianto al momento della presentazione della richiesta di iscrizione al Registro.
 

Qualora invece l’impianto entri in esercizio successivamente alla presentazione della richiesta di iscrizione al Registro, all’interno del periodo di apertura, il Soggetto Responsabile potrà comunicare l’avvenuta entrata in esercizio nelle modalità previste nelle Regole applicative per l’iscrizione ai registri e per l’accesso alle tariffe incentivanti.
 
La comunicazione dell’entrata in esercizio di un impianto effettuata successivamente alla relativa presentazione della richiesta di iscrizione al Registro, comporta l’aggiornamento della data di richiesta di iscrizione al Registro, utilizzata da GSE anche ai fini della formazione della graduatoria.
 
E’ vietata qualunque modalità di trasferimento a terzi, sia diretta che indiretta, dell’iscrizione dell’impianto al Registro, ad eccezione di quella effettuata a seguito dell’entrata in esercizio dell’impianto (art. 4, comma 11, del DM 5 luglio 2012).


I Soggetti Responsabili di impianti iscritti ad un Registro, in posizione tale da non rientrare nel relativo limite di costo, che intendano comunque accedere alle tariffe incentivanti, devono presentare una nuova richiesta di iscrizione al Registro successivo.
 
 
Le tariffe incentivanti previste dal Quinto Conto Energia sono alternative rispetto ai meccanismi dello scambio sul posto, del ritiro dedicato e della cessione dell’energia al mercato (per i soli impianti di potenza fino a 1 MW)
 

Pertanto i Soggetti Responsabili titolari di convenzione di ritiro dedicato o di scambio sul posto per impianti ammessi in graduatoria in posizione utile nei Registri previsti dal DM 5 luglio 2012 dovranno disdire la convenzione all’atto della richiesta delle tariffe incentivanti.
 
  
Spese di istruttoria e oneri di gestione

Prima di inviare la richiesta di iscrizione al Registro, il Soggetto Responsabile deve corrispondere al GSE un contributo per le spese di istruttoria - pena l’esclusione della richiesta di iscrizione - secondo le modalità definite nelle Regole Applicative per l’iscrizione ai Registri e per il riconoscimento delle tariffe incentivanti.

 
Il contributo per le spese di istruttoria non va corrisposto prima di aver ottenuto il codice identificativo GSE (relativo all’impianto), necessario al riscontro dell’avvenuto pagamento.

La copia digitale del documento che attesta il pagamento del contributo per le spese di istruttoria deve essere caricata sull’applicazione web FTV –SR nella “Scheda Costi di Istruttoria”.

Nel caso in cui un impianto sia iscritto a un Registro in posizione non utile (tale cioè da non rientrare nel relativo limite di costo) e il Soggetto Responsabile presenti una nuova richiesta di iscrizione al Registro successivo per lo stesso impianto, il contributo per le spese di istruttoria non è dovuto.  

 

Questa esenzione non è riconosciuta ai Soggetti Responsabili degli impianti esclusi dalla precedente graduatoria per aver presentato una richiesta incompleta o carente dei requisiti necessari, né ai Soggetti Responsabili degli impianti decaduti o per i quali sia stata presentata rinuncia. Questi Soggetti saranno, quindi, tenuti a corrispondere il contributo all’atto della presentazione della nuova richiesta di iscrizione al Registro successivo.

 

 
Formazione della graduatoria 
Entro 20 giorni dalla data di chiusura del Registro, il GSE pubblica, sul proprio sito web, la graduatoria degli impianti iscritti al medesimo Registro, formata esclusivamente sulla base dei dati dichiarati dai Soggetti Responsabili, applicando, in ordine gerarchico, i seguenti criteri di priorità:
 
  1. impianti su edifici con la migliore classe energetica (risultante dall’attestato di certificazione energetica), che comunque deve risultare D o superiore, con moduli installati in sostituzione di coperture su cui è operata la completa rimozione dell'eternit o dell'amianto;
  2. impianti su edifici con la migliore classe energetica (risultante dall’attestato di certificazione energetica),che comunque deve risultare D o superiore;
  3. impianti su edifici con moduli installati in sostituzione di coperture su cui è operata la completa rimozione dell'eternit o dell'amianto;
  4. impianti con componenti principali realizzati unicamente all'interno di un Paese che risulti membro dell'Unione Europea o dello Spazio Economico Europeo;
  5. impianti ubicati, nell'ordine, su: 
    • siti contaminati (art. 240 D.lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e successive modificazioni) sempre che l'area dei moduli fotovoltaici non sia superiore a quella dei terreni non contaminati o messi in sicurezza, ovvero i moduli siano collocati sui tetti degli edifici insistenti sul sito medesimo; 
    • su terreni nella disponibilità del demanio militare
    • su discariche esaurite per le quali è stata comunicata la chiusura (ai sensi dell'art.12, comma 3 del d.lgs. n. 36 del 2003); 
    • su cave dismesse;
    • su miniere esaurite;
  6. impianti di potenza non superiore a 200 kW a servizio di attività produttive;
  7. impianti realizzati, nell'ordine:
    • su edifici;
    • che costituiscono la copertura di serre;
    • che costituiscono la copertura di pergole;
    • che costituiscono la copertura di tettoie;
    • che costituiscono la copertura di pensiline;
    • che costituiscono barriere acustiche;
  8. altri impianti che rispettino i requisiti di cui all'articolo 7 del DM 5 luglio 2012.

Qualora le risorse disponibili per ciascun Registro - stabilite nel limite di costo fissato dal DM 5 luglio 2012 - non siano sufficienti a coprire la totalità degli impianti ricadenti in una delle categorie sopra citate, l’ordinamento degli impianti per tale categoria sarà effettuato applicando, in ordine gerarchico, i seguenti ulteriori criteri di priorità:
  1. impianti per i quali il Soggetto Responsabile richiede una tariffa ridotta del 5% rispetto a quella vigente alla data di entrata in esercizio;
  2. precedenza della data del titolo autorizzativo;
  3. minore potenza dell'impianto;
  4. precedenza della data della richiesta di iscrizione al Registro.
 
Si precisa che, esclusivamente per il 1° Registro:
  • la graduatoria è formata applicando, in ordine gerarchico, come primo criterio di priorità, la precedenza della data di entrata in esercizio dell’impianto, dichiarata dal Soggetto Responsabile (art. 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445 e art. 23 del D. lgs. 28/2011);
  • agli impianti entrati in esercizio entro la data di chiusura del Registro, si applicano i requisiti di cui al DM 5 maggio 2011 fermi restando i limiti di cui all’art.65 del DL 24 gennaio 2012, convertito dalla Legge 24 marzo 2012, n.27;
  • è consentita l’iscrizione al Registro degli impianti entrati in esercizio prima della data di applicazione del DM 5 luglio 2012 (Quinto Conto Energia);
  • la graduatoria è soggetta a scorrimento, eliminando gli impianti iscritti che sono rientrati nell’ambito di applicazione del DM 5 maggio 2011 (Quarto Conto Energia).
 

Fatti salvi gli ulteriori casi specificamente previsti, il Soggetto Responsabile di un impianto iscritto al Registro decade dalla graduatoria nel caso in cui l’impianto non entri in esercizio entro un anno dalla sua pubblicazione ed è, quindi, tenuto a presentare una nuova richiesta di iscrizione al Registro successivo, qualora intenda accedere alle tariffe incentivanti.
 
 
Le risorse che si liberano per effetto di decadenza e rinunce, comunicate al GSE entro 6 mesi dalla pubblicazione della graduatoria, vengono sommate al limite di costo riferito al Registro successivo (art.3, comma 3, lett.b) del DM 5 luglio 2012).

Questa pagina è stata aggiornata il 28/05/2013