contenuto nascosto per l'accessibilita'
Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
HomeSupportoFAQGaranzia d'Origine

E’ obbligatorio richiedere la qualifica IGO?

No, la richiesta di qualifica IGO è facoltativa.​

Quale è il termine di presentazione della richiesta di qualifica IGO per il riconoscimento dei titoli GO relativi all’energia netta immessa in rete per il generico anno “n”?

Per poter richiedere i titoli GO per il generico anno “n” (anno in corso), nel caso di impianti entrati in esercizio ENTRO il 31 agosto dell'anno “n” (anche in anni precedenti), il produttore può presentare la richiesta di qualifica per l’identificazione degli impianti alimentati da fonti rinnovabili dal 21 gennaio dell'anno “n” fino al 30 settembre dell'anno “n”, mentre, nel caso di impianti con data di entrata in esercizio compresa tra il 1 settembre dell'anno “n” e il 31 dicembre dell'anno “n”, la richiesta di qualifica IGO potrà essere presentata dal 1 ottobre dell'anno “n” fino al 20 gennaio dell'anno “n+1”.
1° esempio:
Impianto entrato in esercizio il 10/02/2001 (precedente all’anno “n”)
anno in corso: 2015 (anno “n”)
La richiesta può essere presentata entro il 31/08/2015
2° esempio:
Impianto entrato in esercizio il 10/05/2015 (entro il 31/08 dell’anno “n”)
anno in corso: 2015 (anno “n”)
La richiesta può essere presentata entro il 30/09/2015
3° esempio:
Impianto entrato in esercizio il 10/12/2015 (compresa tra il 01/09 e il 31/12 dell’anno “n”)
anno in corso: 2015 (anno “n”)
La richiesta può essere presentata dal 01/10/2015 al 20/01/2016 (anno “n” + 1)

 
PRESENTAZIONE RICHIESTA QUALIFICA GO
DATA ENTRATA IN ESERCIZIO
da
a
entro il 31 agosto dell'anno “n”
21 gennaio dell'anno “n”
30 settembre dell'anno “n”
compresa tra il 1 settembre  e il 31 dicembre dell'anno “n”
01 ottobre dell'anno “n”
20 gennaio dell'anno “n+1”

E’ necessario caricare tutti i documenti richiesti nella fase 4/4 della richiesta di qualifica IGO anche se gli impianti sono già stati qualificati IAFR?

​Si, è necessario presentare alla richiesta di qualifica IGO tutti gli allegati proposti nella fase 4/4 del processo di qualifica GO in quanto il processo agevolato per la richiesta di qualifica IGO è garantito nel caso in cui è presente il fascicolo elettronico.

Quale è il formato dei documenti richiesti nella fase 4/4 del processo di qualifica IGO?

Il portale GO supporta solo allegati in formato pdf inferiori a 7 MB e non protetti. Nel caso in cui è previsto l’upload di un modello predefinito, il produttore è tenuto a presentare il medesimo compilato in tutte le sue parti, timbrato e firmato da un legale rappresentante e convertirlo in formato pdf  per caricarlo sul portale GO.
E’ possibile scaricare i modelli direttamente dal portale GO o nella sezione web del GSE “Qualifiche e certificati / Garanzia d'Origine - RECS”.

Come si compila la relazione tecnica GO?

​E’ necessario compilare tutti i campi delle sezioni “Produttore”, “Impianto”, “Caratteristiche”, “Gruppi di produzione” e “Descrizione dell’impianto”.
Nella sezione “Gruppi di produzione”, si dovranno indicare
• per gli impianti termoelettrici, le caratteristiche dei motori primi e degli alternatori,
• per impianti idroelettrici, le caratteristiche delle turbine e degli alternatori,
• per impianti eolici, le caratteristiche degli aerogeneratori;
• per impianti solari, le caratteristiche dei pannelli fotovoltaici e dell’inverter.
Qualora coesistano nello stesso impianto più elementi dello stesso modello (nel caso, per esempio, di aerogeneratori o moduli fotovoltaici), basterà riportare le caratteristiche di un singolo componente e il numero totale. Nella “Descrizione dell’impianto”, saranno comunque richieste le matricole dei singoli componenti.
Nel caso in cui siano presenti elementi differenti, bisognerà replicare le informazioni per ogni singola unità.
Nella sezione “Descrizione dell’impianto” si richiede un dettaglio esauriente specifico dell’impianto, dei suoi componenti e processi di produzione, trasformazione, conversione e interfaccia alla rete elettrica, della fonte utilizzata e del relativo reperimento e del suo posizionamento geografico.
E possibile riportare un’eventuale relazione tecnica già fornita per precedenti qualifiche (IAFR), qualora contenga tutte le informazioni richieste.

Ho caricato dei documenti errati o incompleti sul portale. Come posso rimediare?

​Una volta terminata la presentazione della richiesta di qualifica non è possibile modificarla.
Se, in fase di analisi, i documenti dovessero risultare errati o incompleti, è prevista una fase interlocutoria, che offre proprio la possibilità di integrare o correggere, entro 20 giorni dalla comunicazione del cambio di stato della richiesta, quanto presentato precedentemente

La mia precedente richiesta di qualifica IGO non è stata accolta. Posso ripresentarla?

​Si, il produttore potrà ripresentare una nuova domanda di qualifica IGO.

Quali sono le specifiche per il caricamento del documento denominato “apertura di officina elettrica e verbale UTF. Per i soggetti esenti, dichiarazione sostitutiva di atto notorio (modello allegato)?

Gli impianti soggetti a denuncia di officina elettrica, devono caricare sul portale il documento di “apertura di officina elettrica e verbale UTF”. Gli impianti non soggetti a tale obbligo, devono scaricare e compilare il modello relativo (dichiarazione sostitutiva di atto notorio), specificando la normativa di riferimento in base alla quale l’impianto risulta esentato da tale onere.​

Bisogna presentare una richiesta di qualifica IGO ogni anno?

​No. La validità della qualifica IGO è illimitata se non intervengono modifiche significative sull’impianto e/o nell’ambito della normativa di riferimento.

E’ necessario comunicare al GSE eventuali modifiche significative sull’impianto?

Qualora intervengano variazioni significative sull’impianto (quali, ad esempio, cambio di titolarità, modifiche di potenza o di combustibili utilizzati, variazione della tipologia impiantistica, ecc.), il produttore è tenuto a darne comunicazione al GSE e ad aggiornare i dati anagrafici di impianto, censiti nell’ambito dell’archivio anagrafico unico gestito da Terna.
Il GSE valuta le modifiche e, nel caso in cui le ritenga tali da far perdere all’impianto la qualifica IGO, comunica al produttore che tale qualifica cessa di validità a decorrere dalla data in cui sono intervenute le modifiche stesse.
 

Cosa sono le Garanzie di Origine (GO)?

Le Garanzie di Origine (GO) sono titoli, rilasciati in formato elettronico, che attestano l’origine rinnovabile delle fonti utilizzate dagli impianti qualificati IGO. Viene rilasciato un titolo GO per ogni MWh di energia immessa in rete da tali impianti.
 

Su quale energia vengono emesse le GO?

Il GSE, per gli impianti qualificati IGO, provvede ad emettere, su base mensile, le GO rilasciate sull’energia elettrica prodotta e immessa in rete decurtata dell’eventuale quota relativa ai servizi ausiliari.

Che validità hanno le GO?

​Le GO rilasciate nell’anno “n” hanno una validità di dodici mesi e comunque non oltre il 31 marzo dell’anno “n+1” (GO di gennaio anno “n” scadono a fine gennaio dell’anno “n+1”; GO di febbraio anno “n” scadono a fine febbraio dell’anno “n+1”; GO relative a mesi da marzo a dicembre dell’anno “n” scadono il 31 marzo dell’anno “n+1”). Dopo tali termini le GO risultano “scadute” e non più utilizzabili.

Come possono essere trasferite le GO?

Le GO che si riferiscono all’anno “n” possono essere trasferite entro i termini di validità delle stesse dal momento della loro emissione fino al 31 marzo dell’anno “n+1”. I trasferimenti devono avvenire sulla piattaforma PB-GO e M-GO del GME.​

Quando può essere effettuata la richiesta di emissione delle GO?

La richiesta di emissione delle GO può essere richiesta, tramite il portale informatico, all’atto della pubblicazione, da parte del GSE, delle GO disponibili per il mese richiesto e comunque entro la data ultima di validità delle GO per l’anno “n”.​

Quando vengono effettuate le pubblicazioni delle GO?

Le GO possono essere pubblicate sul portale informatico solo a seguito dei controlli effettuati dal GSE sulle misure inviate da parte dei Gestore di Rete.
 

Quando può essere effettuata la richiesta di emissione delle GO per impianti ibridi e impianti idroelettrici a pompaggio?

​Per gli impianti ibridi e impianti idroelettrici a pompaggio misto, la richiesta di emissione delle GO potrà essere effettata entro e non oltre:
- il 10 dicembre dell’anno “n” per GO relative alle misure di gennaio dell’anno “n”;
- il 10 gennaio dell’anno “n+1” per le GO relative alle misure di febbraio dell’anno “n”;
- il 20 febbraio dell’anno “n+1” per le GO relative alle misure dei mesi da marzo a dicembre dell’anno “n”;

Quando un impianto alimentato a fonti rinnovabili non può ricevere le GO?

​Un impianto alimentato a fonti rinnovabili non può ricevere le GO se si avvale:
a) del ritiro dedicato dell’energia ai sensi dell’articolo 13 del D.Lgs. 387 del 2003;
b) l’impianto si avvale del meccanismo dello scambio sul posto;
c) l’impianto si avvale di incentivi onnicomprensivi che prevedano anche il ritiro dell’energia.
In tali casi le GO vengono emesse e contestualmente trasferite a titolo gratuito e considerate nella titolarità del GSE.

Qual è la procedura da seguire per censire un’Impresa di Vendita negli archivi del GSE al fine dell’apertura del Conto Proprietà?

E’ necessario inviare un’ e-mail richiedendo la registrazione dell’impresa di vendita come tale negli archivi GSE all’indirizzo ssp74@gse.it, allegando i seguenti documenti:
• visura camerale in cui si possa evincere, dall’oggetto sociale, che la società si occupa della vendita dell’energia;
• nominativo di riferimento;
• telefono ed indirizzo e-mail di riferimento
​​

Questa pagina è stata aggiornata il 17/02/2015