contenuto nascosto per l'accessibilita'
Ignora comandi barra multifunzione
Torna a contenuto principale
HomeSupportoFAQMetering satellitare

Vorrei avere più informazioni sulla delibera ARG/elt 4/10 e sulle sue modalità di applicazione, dove posso reperirle?

Sul sito dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, è disponibile il testo della delibera ARG/elt 4/10. Sul sito del GSE, è invece disponibile la procedura tecnica per l’attuazione di tale delibera.

Cos’è il form che mi è stato richiesto di compilare nel portale del GSE?

Il form è un questionario online dedicato che permette di acquisire un insieme di informazioni di base che saranno essenziali per determinare l’interfacciamento dell’impianto di Sua proprietà con gli apparati del GSE. Tali informazioni costituiscono una base di discussione iniziale per poter procedere con le attività di interfacciamento via satellite con il GSE. In generale, potranno essere richieste altre informazioni di maggior dettaglio qualora necessarie.​

Dove trovo le istruzioni di compilazione del form?

Nella sezione FAQ – Compilazione dati nel portale informativo

Vorrei sapere cosa succederà una volta che avrò completato il form?

Una volta completato il form, sarà contattato dai nostri tecnici per confermare le modalità d’interfacciamento dei nostri apparati con i sistemi esistenti. Una volta determinate le modalità si procederà nel decidere di comune accordo una data per l’installazione degli apparati e per un eventuale sopralluogo preventivo da parte degli installatori.
La invitiamo a leggere le altre sezioni di queste FAQ per avere una più ampia visione del progetto.​

La rete satellitare è sicura?

Il nostro apparato è parte integrante di una rete satellitare privata e dedicata esclusivamente al progetto di metering. Tale rete è interamente privata e non è provvista di indirizzamenti pubblici o altre possibilità di interfacciamento con reti pubbliche.
I nostri apparati sono equipaggiati con firewall e altri meccanismi di sicurezza.​

Il contatore di produzione del mio impianto, integrato nel progetto di metering satellitare, deve essere sostituito ai sensi della Deliberazione 595/2014/R/eel. E’ necessario comunicarlo al GSE e/o intraprendere qualche azione?

​Per quanto riguarda il progetto di metering satellitare (in applicazione della delibera 04/10 AEEG) è necessario contattare telefonicamente un tecnico dell’ATI (composta da GEMS srl, Calzavara SpA e SES Astra SA) al numero di telefono 0496226538 oppure 0498979751, per informare la società dell’intervento sul contatore ed eventualmente concordare il giorno dell’intervento, qualora sia necessario, per riposizionare correttamente il sensore sul contatore.

Quali sono le caratteristiche tecniche degli apparati che verranno installati nell'impianto e quanto spazio occupano?

Per collezionare i dati previsti dalla delibera verranno installati i seguenti apparati:
  • un apparato denominato SCADA Gateway (19x17x5cm) che comunicherà con lo SCADA/datalogger locale attraverso una interfaccia di collegamento di tipo: Ethernet (preferenziale), RS-232, RS-485 (da installare nello stesso ambiente del sistema locale esistente);
  • un modem satellitare (18,5x13x5cm);
  • una parabola satellitare (90 cm di diametro);
  • una telecamera IP per il monitoraggio della fonte primaria (solo in alcuni siti selezionati).

All’interno del seguente file potrà trovare le specifiche tecniche e le fotografie degli apparati che verranno installati: nota informativa.

Come sarà orientata la parabola?

L’orientamento della parabola varia in funzione della posizione geografica del sito.
Ne consegue che l’elevazione della parabola può variare in un intervallo indicativo compreso fra i 35° e 48°, mentre l’angolo di azimut varierà indicativamente fra i 155° e i 170°.​

A che distanza potete mettere il modem satellitare dall'antenna?

La distanza massima tra la parabola e il locale tecnico dove sarà installato il modem, è di 20 metri.

E' necessario che il sito abbia una connessione a Internet?

No, il progetto è stato pensato per raggiungere anche siti privi di qualsiasi allacciamento alla linea terrestre o GSM; per questo motivo verrà predisposto presso il sito un collegamento alla rete satellitare per la trasmissione dei dati dell’impianto al server GSE. L’unico vincolo è rappresentato dalla presenza di un’adeguata fonte di alimentazione elettrica.

Il sito ha già una connessione Internet, è possibile evitare l'installazione del collegamento satellitare?

No, il collegamento satellitare è pensato per essere indipendente da qualsiasi società terza che fornisca la connettività terrestre e per garantire la sicurezza e la privacy nel trasferimento dei dati senza l’utilizzo di VPN su Internet.

E' necessaria una connessione VPN con il sito?

No, la connessione VPN serve per garantire un canale sicuro tramite Internet; per questo progetto viene creato invece un collegamento satellitare attraverso la configurazione di uno SCADA Gateway direttamente nella rete locale dell’impianto. Questi saranno parte di una rete privata GSE.

Il collegamento satellitare sarà esposto ad un accesso via Internet?

No, il progetto GSE prevede una rete privata dedicata che comprende il collegamento satellitare e il server GSE destinatario dei dati acquisiti. Tale rete non sarà in alcun modo esposta o raggiungibile da reti pubbliche, quali la rete Internet.​

Vorremmo mettere il vostro apparato in una rete VLan dedicata, di cui faccia parte solo il nostro datalogger e il vostro SCADA Gateway, ci sono problemi?

Assolutamente no, l’unica nostra necessità è quella di comunicare con il vostro datalogger al fine di collezionare e trasferire i dati richiesti dalla delibera ARG/elt 4/10, qualsiasi configurazione di rete riteniate necessaria è a noi gradita.​

Che misure di sicurezza sono adottate all'interno della rete GSE?

Lo SCADA Gateway comunica con i server GSE tramite una rete satellitare privata e isolata, e questo esclude a priori ogni rischio di intrusione via Internet. Inoltre sullo SCADA Gateway è predisposto un firewall software che permette l’accesso soltanto ai servizi strettamente necessari.
I dati di produzione vengono trasmessi attraverso una connessione sicura (SSL) ed il traffico generato dallo SCADA Gateway è esclusivamente quello necessario per leggere i dati.​

L'apparato SCADA Gateway dovrà accedere ad Internet?

No, l’apparato SCADA Gateway dovrà solamente leggere i dati previsti dalla delibera ARG/elt 4/10 e trasmettere gli stessi via satellite, e non ha alcuna possibilità di accesso alla rete Internet.​

Che dati richiede la delibera ARG/elt 4/10?

I dati, indicati nella procedura tecnica della delibera ARG/elt 4/10, si classificano in:
 
Dati di produzione:
  • potenza attiva, prodotta da ogni singolo generatore espressa in kW;
  • potenza reattiva (se disponibile), prodotta da ogni singolo generatore espressa in kW;
  • energia prodotta da ogni singolo generatore espressa in kWh. 
  • portata canale (nel caso di impianto idroelettrico) in mc/s;
  • velocità vento (nel caso di impianto eolico) in m/s;
  • direzione vento (nel caso di impianto eolico) in gradi (360);
  • irraggiamento solare (nel caso di impianto fotovoltaico) in W/mg;
  • temperatura aria (ove disponibile) in gradi centigradi;
  • umidità aria (ove disponibile) in percentuale;
  • pressione atmosferica (ove disponibile) in hPa (ettopascal). 
I dati saranno prelevati con un intervallo minimo di 10 minuti e inviati in tempo reale al server GSE.

Avete un formato file da poter usare come riferimento per l’export dei dati?

Se il vostro sistema SCADA permette di esportare dati in formati testuali o state creando una procedura per farlo, e volete avere a disposizione un formato file già supportato dal nostro SCADA Gateway potete selezionare dai seguenti link lo standard in funzione della fonte primaria del vostro impianto:
Attenzione: nel caso le informazioni richieste dalla delibera fossero già disponibili in un formato aperto correntemente supportato dai vostri sistemi, si prega di specificare i dettagli del formato in uso (nella sezione note del form) prendendo come riferimento i presenti documenti.

Ogni quanto tempo e con che modalità saranno acquisiti i dati?

Tutte le informazioni da noi raccolte saranno trattate con la massima riservatezza, come specificato nella lettera che vi abbiamo inviato.
 
In accordo con la procedura tecnica relativa alla delibera ARG/elt 4/10 si prega di voler fornire i dati e le informazioni richieste nel minor tempo possibile, al fine di rimanere entro le tempistiche previste dalla delibera e non incorrere in comportamenti classificabili come omissivi o dilatatori.
 
I dati sono richiesti con una granularità minima di 10 minuti. Questo significa che il nostro sistema interrogherà i sistemi di misura e/o produzione ogni dieci minuti per tele-leggere e trasmettere gli stessi in tempo reale verso i sistemi GSE. Ove questo non fosse possibile, verranno valutati singolarmente i casi particolari.

Vorremmo mettervi a disposizione i dati con cadenza mensile, è una soluzione in linea con la delibera?

​No, il sistema di previsione della produzione necessita di granularità superiori e di tempi di acquisizione molto più veloci e vicini a tempistiche vicine al “real time”. Eventuali difficoltà dovranno essere segnalate negli appositi spazi per note particolari.

Ho in gestione più di un impianto, devo compilare un form per ognuno?

Sì, il form è necessario per acquisire una conoscenza di base degli apparati presenti su ogni sito e per poter instaurare un dialogo con cognizione di causa.

Ho in gestione più di un impianto con il medesimo datalogger posso fare l’upload del manuale un’unica volta?

Sì, se la documentazione è equivalente per più di un impianto è sufficiente eseguire l’upload nel form di un unico impianto e per ogni altro impianto basta indicare fra le note il Codice SAPR dell’impianto con la documentazione.

Quale è' il sistema geodetico di riferimento da utilizzare per l'inserimento delle coordinate geografiche?

Il sistema di riferimento geodetico da utilizzare per l’inserimento delle coordinate è lo WGS84.

Quando tento di inserire latitudine e longitudine i simboli gradi, minuti e secondi non vengono inseriti. Come devono essere inseriti?

Latitudine e longitudine vanno inseriti in formato decimale.
Esempio – Decimale: 33.5711; Gradi: 33° 22' 41.736".
Per effettuare la conversione da un formato all'altro, è possibile utilizzare google maps - inserite le coordinate da convertire in formato DMS (ad esempio: 33°22'41" N, 8°15'12" E) all’interno della finestra di ricerca, effettuare la ricerca, cliccare sul segnaposto rosso con il tasto destro del mouse e selezionare “che cosa c'è qui”. Le coordinate convertite in formato decimale DD (convertite esempio precedente: 33.471468,8.23883) compariranno nella finestra di ricerca.

Nel sito sono presenti unicamente dei PLC, è possibile interfacciarsi ad essi?

Sì, è possibile. Qualora nel sito non fossero disponibili né sistemi SCADA datalogger, ma unicamente dei PLC in grado di fornire i dati richiesti dalla delibera, è necessario completare la sezione relativa ai dati di produzione con i dati del PLC, specificando nelle note che si tratta di dati relativi a sistemi PLC.​

Cosa si intende per datalogger?

Per datalogger si intende un sistema di misura che acquisisce i dati provenienti dai sistemi di generazione dell’energia. Esso in generale memorizza le misure di uno o più parametri, effettuate ad intervalli di tempo opportunamente stabiliti. La necessità è quella di interfacciare il nostro apparato di trasmissione a tale apparato, ove presente, sul punto di produzione dell’energia e/o presso le centraline di misura della fonte primaria. Ove disponibile sarà comunque preferito l’interfacciamento verso i sistemi SCADA, in generale più flessibili dal punto di vista delle possibilità di interfacciamento.

Perché volete informazioni sui datalogger presenti nel sito?

Le informazioni necessarie al sistema di previsione della produzione del GSE devono essere prelevate dai sistemi di misura presenti sul punto di produzione (e pertanto saranno dati disponibili anche in caso di ordini di dispacciamento da parte del gestore di rete). Pertanto, è richiesto l’interfacciamento diretto ai sistemi di misura esistenti posti presso la centrale di produzione.

Nel sito è presente uno SCADA e una serie di datalogger, come compilo la parte dei datalogger?

In modo uniforme indicando per ogni sezione marca, modello e modalità di interfacciamento verso i suddetti apparati. In generale, ove esistente, sarà preferito l’interfacciamento con lo SCADA, in generale più flessibile verso questo tipo di applicazioni.

Presenza SCADA o datalogger con interfacciamento ethernet

Qualora fosse disponibile uno SCADA o, alternativamente, uno o più datalogger che espongano servizi TCP/IP, in grado di collezionare ogni 10 minuti i dati di cui sopra, è possibile una facile integrazione semplicemente mettendo a disposizione:
  • i dati salvati in un file con un formato aperto (*.txt, *.xml, *.csv);
  • la corrispondenza fra i dati richiesti dalla delibera e i campi da voi usati nei file per indicare tali grandezze;
  • una modalità di condivisione tramite la quale si possa accedere a questi file per effettuare il prelievo o la lettura (FTP, Windows Share, HTTP);
  • le credenziali d’accesso a quest’area (URI, username, password);
  • un indirizzo IP di una rete locale da assegnare allo SCADA Gateway, che possa raggiungere l’IP che espone il servizio TCP/IP.

Per velocizzare l’integrazione è utile fornire fin da subito:

  • un esempio per ogni file contente valori rilevanti;
  • l’elenco dei generatori e/o dei sensori contenuti nei file, corredato da eventuali codici identificativi.

Datalogger/SCADA privi di interfacciamento ethernet

Con datalogger vengono intesi tutti gli apparati che sono in grado di mettere a disposizione i valori di cui sopra in formato digitale. In questa categoria è presumibilmente possibile far rientrare anche altri apparati di misura o di produzione (es. inverter) con altre funzioni che però dispongano di un interfacciamento elettrico del tipo RS-485, RS-422 o RS-232.
 
In questo caso risulta necessario conoscere marca e modello esatto del datalogger ed eventuale documentazione (manuali, datasheet), qualora disponibile, in modo da poter verificare la possibilità di un interfacciamento diretto con l’apparato. A tal fine è necessario conoscere anche l’esatta locazione di questi apparati al fine di verificare eventuali vincoli dal punto di vista logistico/operativo.

Vi sono sufficienti marca e modello del datalogger e/o dello SCADA per estrarre i dati?

No, in generale esse costituiscono solo il punto di partenza. Il nostro apparato è in grado di interfacciarsi ad un numero sempre crescente di apparati esistenti in commercio ma non può coprire attualmente la totale variabilità di modelli esistente sul campo. In generale saranno quindi richieste ulteriori informazioni ed è necessario che il produttore alleghi le informazioni richieste (manuali, documentazioni tecniche, etc.) per poter avere una visione più ampia di quanto installato.

Non sono presenti datalogger o SCADA o PLC nel nostro impianto, come compilo questa parte del form?

In questo caso è necessario specificare la marca e il modello del contatore lato produzione e indicarne le interfacce disponibili. Qualora non sia presente nemmeno un contatore lato produzione si prega di fornire marca e modello del contatore disponibile presso il punto di immissione in rete ed indicarne il relativo gestore (Enel, Terna, etc.).
È necessario allegare comunque lo schema unifilare elettrico in formato elettronico al fine di verificare le caratteristiche dell’impianto.
Verranno in questo modo valutate possibilità di interfacciamento alternative quali l’eventualità di un prelievo delle misure direttamente al punto di immissione in rete, tramite un interfacciamento diretto con il GME lato immissione.

Questa pagina è stata aggiornata il 24/09/2015