contenuto nascosto per l'accessibilita'
Skip Ribbon Commands
Skip to main content
HomeSostenibilitàAmbiente

Ambiente

impatti ambientali, dematerializzazione, monitoraggio, razionalizzazione,

Consapevole dell’importanza di garantire nel tempo uno sviluppo sostenibile delle proprie attività ed un uso più efficiente dell’energia e dei materiali, GSE persegue il miglioramento continuo delle proprie prestazioni ambientali ed energetiche, applicando best practices che consentano di migliorare la gestione ambientale in modo economicamente efficace.
GSE ha pertanto adottato un modello di gestione, basato sull’analisi preventiva e sul monitoraggio costante dei consumi e degli sprechi, che ha permesso di individuare le aree di miglioramento ambientale sulle quali intervenire con azioni mirate.
  
I consumi energetici e le emissioni in atmosfera
I consumi energetici in GSE rappresentano un aspetto rilevante della gestione ambientale e dal punto di vista dei costi. Il GSE quindi,  in piena sintonia con la mission istituzionale ed i valori che caratterizzano la sua attività, ha orientato la sua attività verso la loro progressiva riduzione. Dal 2009 GSE si è impegnata ad utilizzare,  per il funzionamento di tutti gli impianti e attrezzature delle proprie sedi, energia prodotta interamente da fonti rinnovabili.
 
A conferma dell’impegno assunto,  ricordiamo che il GSE ha installato, nel 2004, un impianto fotovoltaico per lo sfruttamento diretto dell’energia solare per la produzione di energia elettrica, e un impianto solare termico per la produzione di acqua calda sanitaria; entrambi sono attualmente collocati nella sede di Viale Pilsudski 92. 
L’impianto fotovoltaico ha una potenza nominale di circa 20 kW e fornisce una produzione annua media di circa 10.000 kWh elettrici, interamente destinati al consumo aziendale.
L’impianto solare termico fornisce una produzione annua media di circa 13.000 kWh termici che garantiscono una copertura pari circa al 70% del fabbisogno di acqua calda sanitaria.
 

Monitoraggio e razionalizzazione dei consumi
 
L’impegno del GSE a favore della sostenibilità ambientale si è concretizzato anche attraverso interventi di efficientamento e ottimizzazione delle risorse energetiche utilizzate, per razionalizzare i consumi.  Il bilancio energetico, applicato dal 2012, ha infatti consentito di individuare le criticità sulle quali intervenire con maggiore tempestività. Fondamentale a tal proposito è stato l’apporto delle diverse attività promosse internamente per sensibilizzare i dipendenti verso atteggiamenti più orientati alla tutela ed al rispetto dell’ambiente.
La campagna “piccoli GESTI per l’ambiente”, rivolta ai dipendenti e realizzata nel 2013, ha infatti incoraggiato comportamenti più sostenibili nell’utilizzo dell’energia, nel consumo di materiali, nella gestione dei rifiuti e nella mobilità quotidiana.
Classe C.png
Dematerializzazione, acquisto e utilizzo di carta
 
In linea con il processo di modernizzazione e digitalizzazione promosso nella Pubblica Amministrazione, GSE ha da tempo avviato il processo di Dematerializzazione del Conto Energia: nell’ottica di semplificare le pratiche per l’avvio degli incentivi economici, privati e imprese produttrici possono richiedere il riconoscimento degli incentivi a GSE attraverso un processo completamente telematico, senza dover presentare alcuna documentazione cartacea e, dunque, abbreviando sensibilmente i tempi per il riconoscimento della tariffa incentivante.
La dematerializzazione della gestione del Conto Energia che ha portato ad una riduzione di 445 tonnellate di carta utilizzata. Avviata dal 2010, ha prodotto non solo evidenti benefici dal punto di vista ambientale, ma anche vantaggi quali la riduzione di spazi per l’archiviazione, il risparmio di tempo, la maggiore efficienza e tracciabilità delle attività svolte e la maggiore sicurezza e integrità dei dati.

In considerazione delle ricadute positive, nel corso degli anni, l’attività di dematerializzazione è stata estesa alla quasi totalità dei processi di business aziendali.

Sempre nell’ottica della progressiva riduzione dei consumi, GSE ha adottato una politica di acquisto sostenibile della carta utilizzata in ufficio: il 100% di questa proviene infatti da un’azienda certificata ISO 14001 che rispetta i vincoli europei nella gestione delle foreste. 
Medesimo discorso vale per gli acquisti di cancelleria, mobili e arredi, PC e macchine per ufficio, che vengono tutti effettuati sulla base del sistema GPP - Green Public Procurement.
Viene inoltre segnalato l’accordo per la fornitura di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e l’acquisto di attrezzature elettriche ed elettroniche, con marchio Energy Star. Anche nel caso di appalti di lavori, GSE dà preferenza all’impiego di materiali che provengano da impianti produttivi certificati come eco-compatibili, che adottano una gestione compatibile con l’ambiente nell’utilizzo di energia, nella produzione di rifiuti o nelle emissioni in atmosfera.
 
 
Gli impatti ambientali della mobilità
 
Per quanto riguarda la mobilità locale, l’area urbana di riferimento è caratterizzata da un’elevata incidenza di transiti e pertanto risulta difficile fornire una stima esatta di quanto l’apporto aziendale possa incidere nel complesso globale della mobilità. Nel corso degli anni il GSE ha comunque attivato una serie di iniziative volte a sensibilizzare il personale sulla riduzione degli impatti ambientali legati agli spostamenti per lavoro, al fine di individuare le azioni di miglioramento da intraprendere. L’azienda ha pertanto promosso l’utilizzo del trasporto pubblico locale, per gli spostamenti casa-lavoro, tramite agevolazioni per l’acquisto degli abbonamenti e aderendo al “Bike to work day”, per sensibilizzare l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano.
Tra gli impegni per la riduzione degli impatti ambientali, GSE ha ridotto il parco auto ad una sola auto, alimentata da un sistema ibrido metano/benzina, con conseguente netta diminuzione del consumo di gasolio (- 40% rispetto al 2012).
 

Questa pagina è stata aggiornata il 27/11/2014