Accesso

Lettera agli stakeholder

Con la definizione del Piano Energia e Clima al 2030 l’Italia si impegna ad affrontare sfide sempre più rilevanti in ambito di sostenibilità, ambiente ed energia. Temi, da sempre, al centro dell’azione del GSE che, in tale contesto, è chiamato a supportare al meglio il Paese e i propri stakeholders nel percorso di transizione energetica. Il Bilancio di Sostenibilità racconta come il GSE contribuisca al raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile, non solo attraverso la gestione dei meccanismi incentivanti e gli strumenti di sostegno alle fonti rinnovabili e all’efficienza energetica, ma anche mediante iniziative trasversali volte a perseguire una crescita economica che sia realmente sostenibile ed inclusiva. Il GSE intende coniugare la trasparenza e la correttezza richiesta dalla gestione annuale di oltre 15 mld€ di incentivi, che rappresentano investimenti in sostenibilità ambientale, con il lavoro di affiancamento e supporto agli operatori, in un clima di certezza e rispetto delle regole. Obiettivi che la Società ritiene perseguibili, soprattutto, attraverso un coinvolgimento attento e collaborativo di tutti gli stakeholders. In quest’ottica lavoriamo per rendere il consumatore sempre più informato e consapevole anche in un contesto di diminuzione degli incentivi, ci impegniamo per contrastare la povertà energetica e ridurre le disuguaglianze, diffondiamo una cultura della sostenibilità promuovendo esempi e comportamenti che hanno l’obiettivo di incrementare la quantità e la qualità degli interventi di riqualificazione energetica anche nelle aree più socialmente degradate, attiviamo percorsi di formazione per le scuole sui temi del consumo energetico consapevole e sulla lotta ai cambiamenti climatici.D’altro canto, la sostenibilità, oltre che essere un valore da promuovere e diffondere verso l’esterno, è, sempre di più, parte integrante della cultura aziendale e delle attività quotidiane, necessariamente da orientare ai 10 Principi del Global Compact delle Nazioni Unite (UNGC) e agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile adottati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite. A conferma di ciò, il GSE ha introdotto, tra i principi cardine del proprio Codice Etico, il sostegno di modelli di vita maggiormente ecocompatibili, la promozione della cultura del risparmio e dell’efficienza energetica e la diffusione di valori che supportino lo sviluppo a lungo termine della comunità. Lo sviluppo sostenibile non può prescindere da una prospettiva continua ottimizzazione della qualità dei processi operativi interni, per offrire un servizio in linea con i cambiamenti che la transizione energetica in corso richiede. Riteniamo che la ricerca di un futuro migliore passi necessariamente per la realizzazione di azioni nel presente. Il GSE vuole rispondere a questa esigenza, mettendo in campo tutte le sue energie per creare oggi un mondo più vivibile e un futuro più sostenibile per le generazioni che verranno.



Francesco Vetrò
Presidente

Roberto Moneta
Amministratore Delegato